inscriviti qui!

lunedì 25 febbraio 2013

Over The Edge - "Held Breathe"


A cura di Eschi Mese
A volte accade: un progetto italiano prodotto negli USA; e questo, per noi poveri italici, molto spesso suona come una garanzia: la garanzia di un lavoro compatto, potente, non necessariamente votato all’originalità, ma sicuramente degno di nota. Stiamo parlando di “Held Breathe” ,ultima fatica dei casertani Over The Edge, uscito per Hot Steel Records e disponibile sia on line e sia su circuito Audioglobe dal 25 gennaio 2013. Nel complesso “Held Breathe” è un disco che spicca per schiettezza e freschezza giovanile: chitarre distorte e pesanti, ritmi serrati e voce graffiante contraddistinguono il sound “Over the Edge”, tutte qualità che in dimensione live permetteranno al pogo di mietere nuovi proseliti. La mano del noto produttore americano Jason Rubal, che li ha scoperti e portati negli States per incidere, si avverte in brani come “ Days of a fuckin’ prayers”, “Full emptyness”, “7x7 theory”, dove echi grunge a metà fra Hole e Soundgarden e richiami agli ultimi Distillers non tardano a raggiungere un orecchio navigato.
Di contro l’apparente calma di “Deep Breathe” e l’incalzante “Walls” mettono in luce il lato più sperimentale, cercando di allontanarsi dal solito schemino “verse/chorus/verse”, strutturando i brani con diversi stop’ n’ go, ritmiche più ipnotiche, ossessive. Muovendosi tra gli undici brani che compongono il disco, ci si accorge delle grandi potenzialità della band, che potrebbe senza troppe difficoltà affermarsi soprattutto in campo estero, magari anche osando un po’ nella ricerca dei suoni e nell’originalità delle compsizioni, cosa per nulla facile nel campo del rock, ma le premesse fanno ben sperare. Unico avvertimento: se leggete “Over the Edge” sui manifesti delle vostre città, alzate i culi dai divani e dalle sedie e accorrete, sosteniamoli!                

Tutte le indie band di Napoli e dintorni interessate ad ottenere pubblicità e recensioni sul nostro music blog possono scriverci ed inviare il materiale necessario (audio,video,foto,press kit,bio e links vari) all'indirizzo antipop.project@gmail.com ed essere così inserite su Napoli Indie Rock Center!!




Nessun commento:

Posta un commento