inscriviti qui!

mercoledì 28 novembre 2012

Francesco Mircoli - "Psicofarmaci" e il suo trauma post esistenziale

Francesco Mircoli è un giovane rocker marchigiano, classe '85 proveniente da Porto San Giorgio (FM).Inizia da adolescente a cimentarsi con la chitarra e fonda i primi gruppi giovanili (Marcelletti's Band e Cavalli Torti) e comincia a studiare lo strumento col jazzista Massimo Colucci.Dopo aver partecipato nel Novembre 2011 al format musicale Special One negli studi Max Devil di Novellara e dopo essere stato, nel Marzo 2012, ospite della storica trasmissione Roxy Bar ai microfoni di Red Ronnie, esce il videoclip di Eccesso d'Anima sulla rubrica per giovani emergenti Max Generation a cura di Massimo Poggini. Il 2012 lo vede inoltre protagonista della pubblicazione del disco "Psicofarmaci".Il ragazzo marchigiano, un ibrido tra David Lee Roth e "Pau" dei Negrita, si contraddistingue in questo lavoro per la sua vena rock-blues che non disdegna elementi Pop-Punk. Afferma di trarre ispirazione da White Stripes e The Hives e più in generale da quel rock'n'roll moderno che vede nella reciproca contaminazione tra il sound rock tradizionale e l'elettronica una soluzione stilistica che sta trovando terreno sempre più fertile e grande apprezzamento fra gli odierni ascoltatori. La tematica centrale dell'album "Psicofarmaci" gravita attorno al concetto di trauma post-esistenziale,
 al quale Francesco Mircoli è particolarmente sensibile; la passione che egli nutre da sempre per i cantautori cosiddetti "esistenzialisti" come Fred Buscaglione e Gino Paoli ha evidentemente suscitato in lui il desiderio di cimentarsi con questo delicato argomento e noi non possiamo che apprezzarne il coraggioso tentativo di proporlo, pur sapendo di andare incontro all' inevitabile rischio di bavaglio bigotto che il nostro Bel Paese ama tanto rispolverare. Coraggio premiato.   Rentboy 84






1 commento: